ATTENZIONE CAMBIA TUTTO

L’intero modello economico sta cambiando sotto i nostri occhi ad una velocità che nessuno poteva immaginare. Il paese che ha la più importante economia del mondo sta anticipando con mosse di magnitudine inaudita, quello che sarà il mondo a venire. In pochi giorni gli Stati Uniti sono passati da essere la nazione di JFK alla nazione JNK (da junk inteso come rating). Perché dico questo? Perche la banca centrale americana sta comprando addirittura le obbligazioni con rating junk direttamente dagli emittenti, con dollari creati dal nulla, mantenendo di fatto in vita aziende fallite. Ma non solo. La Federal Reserve sta sostenendo l’intera classe corporativa con tutti i mezzi possibili. La famosa frase “whatever it takes” di Mario Draghi è in effetti la normalità adesso. I soldi non sono un problema, almeno non per il mondo delle grandi corporation. I problemi di liquidità e di sostenibilità sono tamponati con laute iniezioni quotidiane di denaro creato dal nulla. Nel 2008 avevamo un problema, e questo problema, come ben ricordiamo, erano le banche con i famosi mutui subprime. Nel 2020 le banche sono la soluzione, perché attraverso di esse si fanno arrivare i soldi a tutti in un orgia di liquidità creata a debito. Con il programma definito “Universal Basic Income” (reddito base universale), i soldi arrivano e continueranno ad arrivare anche ai consumatori. Questo cambia radicalmente le regole del gioco! Da ora in poi: NON ESISTE PIÙ L’ECONOMIA! Non esiste più l’economia che conoscevamo, dove bisognava lavorare e produrre; guadagnare e conseguire il profitto. Tutto questo non c’è più. Pochi se ne sono resi conto. Ancora la gente non ha capito la magnitudine di questo processo che inizia ora, davanti ai nostri occhi, e che si completerà nei prossimi anni, seguendo il metodo detto “stringi e allenta”, dove ad ogni stretta che ci daranno, seguirà un periodo di allentamento, per illuderci che sia finita. Come nelle torture: un po’ bisogna farlo riposare il condannato, per estorcere ancora più dolore al ciclo successivo di pena e “romperne l’anima”.

Read →