IL PRINCIPIO DELLA MERDA RILANCIATA

In questi giorni di panico e incertezza, le persone vorrebbero sentirsi rassicurate e rincorrono le più disparate teorie per cercare una risposta alle innumerevoli domande che sorgono. Anche la diffusione di notizie contrastanti dove continuamente si confermano e si annullano le conferme di poco prima fa parte della strategia di confondere le idee al pubblico. La mente umana vorrebbe una risposta per ogni domanda e non funziona bene quando si tratta di ponderare diverse opzioni per il medesimo quesito. Alla domanda virus? La risposta pipistrello dei cinesi sudici mangia cani a tradimento è risultata eccezionalmente efficace. Quindi, se stai leggendo questo messaggio, vuol dire che appartieni a quel ristretto gruppo di persone che non si accontentano di una risposta semplice, ma che sono pronte a considerare che gli eventi sono sempre frutto di una progressione di risoluzioni prese negli organi decisionali per ottenere il tipo di controllo necessario. Chi sono questi organi decisionali? Evidentemente le banche. Almeno per la parte che ci tocca direttamente. Io lavoro in banca da trent’anni e so come funziona una banca. So qual è la mentalità della banca e il modo in cui una banca ragiona. La banca è un’istituzione commerciale parassitaria che vende un prodotto che si chiama debito però lo chiama credito perché così lo vende meglio. Ma il credito è sempre il suo, mentre a debito siamo noi, perpetuamente. Così come il fruttivendolo vende la frutta, il salumiere i salumi e così via, la banca vende IL DEBITO! Lo scopo della banca è indebitare più gente possibile. Ben prima dell’inizio di questa pandemia, il sistema era già al collasso. Non c’era modo di espandere il debito nella misura necessaria in quanto si era giunti a saturazione. Questi sono cicli economici ben prevedibili. Chi mi segue aveva già sapeva che sarebbe accaduto, in quanto scrivo di queste cose dal 2008. Quando la mattina, con i miei colleghi, apriamo la nostra piccola filiale di banca, essa rappresenta un microcosmo di quello che può essere, su larga scala il mondo globalizzato. Ogni mattina sappiamo a grandi linee cosa aspettarci e cosa fare, ma tutti i santi giorni, si presentano degli imprevisti e delle casistiche difficili da gestire e di natura del tutto imprevedibile. Una piccola filiale di banca gestisce le compensazioni dei pagamenti tra aziende, anche di grandi dimensioni, tra queste e i suoi dipendenti e i fornitori italiani e esteri. Vengono gestiti pensionati, risparmi e tutte le altre funzioni che riguardano gli incassi e i pagamenti. A fine giornata deve tornare tutto. Tutti devono aver riscosso e tutti devono aver pagato. Quand’è che si inceppa il sistema. Quando qualcuno eccede la linea di credito concessa, quando la scadenza di pagamento va oltre i termini pattuiti, quando le partite contabili non sono allineate ecc. La cosa più seria per una banca è la gestione del cosiddetto sconfinamento dalle linee di credito concesse. Perché dico questo. Perché dietro alla concessione della linea di credito c’è sempre un funzionario che la ha autorizzata e che non vuol passare per cretino per averlo fatto. Quando avviene questo tipo di eventi, e ve lo racconto dall’interno, da uno che queste cose le vive di persona, inizia quello che io ho definito “il principio della merda rilanciata” ovvero, dato che nessun bancario vuole prendersi la colpa di aver agito male, questo inizierà a scaricare il secchio di merda su un collega, via via a scendere finché non si trova qualcuno sfigato da incolpare. Ciò avviene quando l’evento definito credito deteriorato non può più essere sistemato e la banca lo deve classificare come una perdita (anche se non è una perdita, ma un mancato guadagno visto che la banca quei soldi li ha creati dal nulla). Amplificando il microcosmo di una piccola filiale alla gestione delle compensazioni del sistema economico globale e all’intreccio colossale di tutti i pagamenti di aziende multinazionali di Stati nazione, con i miliardi di cittadini ed ognuno con i propri particolarismi, si può capire in un attimo la mole del gigantesco gioco della merda rilanciata globalizzato che ha luogo tutti i giorni nel mondo delle banche che, ricordiamolo, controllando il denaro, controllano tutto il resto.

“CONTROLLANDO IL DENARO CONTROLLANO TUTTO IL RESTO”

Quando alla fine del gioco della merda rilanciata non basta trovare un colpevole da mettere sulla graticola, ma il problema è troppo grande e le perdite troppo immense, le banche tutte, di tutto il mondo, devono accordarsi per sistemare le falle e mantenersi a galla. Notate bene: mantenere loro a galla, non noi. A titolo schematico, per capire bisogna ricordare quindi questi step:

1. Tutto ciò che esiste ha un valore espresso in un’unità monetaria (Euro, Dollaro, Yen, Franco, Corona ecc)

2. L’unità monetaria esiste solo dopo che una banca la crea indebitando qualcuno (Stati, aziende, persone) Le banche (centrali o non) sono tutte aziende commerciali private, controllate da famiglie molto influenti che si tramandano il controllo da secoli.

3. Non essendoci più il vincolo della parità aurea (dal 1971) la banca può creare tutti i soldi che vuole, ma ha bisogno di qualcuno da indebitare: partita doppia.

4. La banca crea il debito, ma non gli interessi che iniziano a maturare da subito. Per questo motivo il debito è sempre maggiore dei soldi disponibili per ripagarlo. Questo proprio per la natura debitoria del sistema monetario.

5. Questo tipo di sistema è quindi destinato a raggiungere il limite naturale e poi necessita di essere cambiato. Le banche sono un cartello, ma è come se esistesse una banca sola. (B.I.S.) Siamo arrivati al punto

5. Il limite di crescita del debito, e quindi il modo in cui le banche riuscivano quotidianamente a gestire le compensazioni di tutto il mondo globalizzato, mantenendosi salde al vertice, ha raggiunto il limite strutturale ed è necessaria l’implementazione di un nuovo sistema economico globale. Si tratta quindi di implementare nuove misure di equilibri geopolitici e economici e bisogna tenere la popolazione docile e distratta e impaurita, anzi, meglio ancora se proprio terrorizzata, mentre aggiustamenti molto gravi vengono elaborati dalle centrali di potere ai vertici delle banche. Per farsi che la gente stia fuori dai coglioni, buona, docile è impaurita, quale miglior scusa se non quella di fargli credere in un virus terribile . La parte veramente diabolica di questo piano è quella di aver messo l’uno contro l’altro. L’aver creato la figura dell’ asintomatico. L’asintomatico può essere chiunque e per questo motivo ogni altra persona può essere sospettata di virus senza possibilità di replica. Poi si cambia continuamente la storia e si confondono le idee e le persone non sapranno più distinguere il vero dal falso e saranno sempre più impaurite e terrorizzate. Adesso la dose viene rincarata con disordini pubblici e guerriglia civile. Ogni divisione su qualsiasi tipo di linea è usata per mettere gli uni contro gli altri. Le divisioni razziali funzionano bene, ma ogni scusa è buona per tenere le masse impegnate in una guerra tra poveri (sovvenzionata, organizzata e voluta dai ricchi).

Con questo sistema molto semplice la dittatura ha preso il potere. La cosa sorprendente è la velocità con cui lo ha fatto. Le persone sono troppo impegnate ad aver paura e ad accusarsi tra di sé che non si curano troppo delle misure economiche draconiane che stanno andando avanti e gli occhi dovrebbero essere sempre puntati su quello che fanno le banche.

1. Con la scusa che è infetto, il contante sparirà ed ogni pagamento potrà essere fatto soltanto con strumento elettronico e quindi tracciabile e tassabile. Se vuoi vendere la bicicletta, fallo velocemente sennò tra poco dovrai accettare solo un pagamento elettronico (bonifico) e pagare le tasse perché sarà considerata un’entrata. A breve riceveremo un tatuaggio QR sub cutaneo che servirà per identificazione e gestione dei pagamenti che sarà implementato con il programma denominato ID2020. Il tatuaggio-chip verrà inserito insieme al vaccino obbligatorio.

2. Le banche centrali, con la crisi provocata dal virus potranno creare quantità di debito impensabili sotto forma di aiuti di Stato, ma che andranno a ricapitalizzare le maggiori multinazionali del mondo. Nel frattempo, i piccoli negozianti e i piccoli imprenditori saranno spazzati via e ciò concentrerà il potere sempre in meno mani che saranno sempre più potenti. Il ceto medio sprofonderà nel ceto povero. Una specie di Bangladesh globale. A Cortina a sciare e a Capri sullo Yacht ci andranno i ricchi. Gli stronzi “io resto a casa” fuori dal cazzo sennò trasmettete il virus.

3. Il minore gettito fiscale dovuto al protrarsi della crisi del virus farà si che anche gli Stati debbano chiedere ancora più soldi indebitandosi con le banche centrali che diventano sempre più determinanti in ogni settore della vita pubblica.

4. Sempre più persone si troveranno in difficoltà e moltissimi verranno lasciati morire, altri si suicideranno o moriranno negli scontri etnici.

5. La nuova religione per l’Occidente sarà l’Islam. Per questo continuano a sbarcare immigrati mussulmani. I tassi a zero dell’attuale politica monetaria saranno compatibili con i dettami anti usura del Corano. Io non ho tutte le risposte soddisfacenti, ma posso confermare che non andrà tutto bene, almeno non a noi. A coloro che stanno manovrando questi eventi invece si. È proprio il tipo di scenario che stavano preparando da anni.

È chiaro quindi che ci troviamo a un bivio e dobbiamo fare una scelta. Se restare nel verminaio dei perdenti travolti dalla miseria e dalla guerriglia urbana o se aggrapparsi alla cordata dei vincitori, cercando il sistema di salire a bordo della nave dei ricchi. La merda è stata rilanciata e sta piovendo su tutti noi. Bisogna subito correre a cercare un riparo.

La nave dei ricchi sta salpando verso le mete esotiche più belle e esclusive, lontane dal caos e dalla putrida miseria che aborrono.

https://www.zerohedge.com/personal-finance/exodus-continues-wealthy-americans-flock-turks-and-caicos-during-pandemic?fbclid=IwAR2fIuBkx15h4tedaTJ9i_KLZ8SwiQ3Gsx9fitI1PVpJ_VdzVdsS4mYKeFI

Noi stiamo elaborando un piano perfetto per offrire loro e (quindi anche a noi) un luogo sicuro dove poter trovare la perfetta serenità. Il film Elysium desctive questo distacco delle due classi sociali. Ebbene: ci siamo. Il momento è adesso!

A breve i dettagli del piano completo.